Total Hack Cheat
Benvenuto/a su Total hack Cheat....
non aspettate altro tempo Registratevi!!

trucchi Windows parte 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

trucchi Windows parte 3

Messaggio Da RaYoZ il Mer Ago 18, 2010 3:23 pm

128
[WindowsXP Pro] Disabilitare la Thumbnail in XP
Se per caso vi fosse capitato di visualizzare le immagini in Esplora Risorse in modalità anteprima, avrete sicuramente verificato un nuovo particolare nel vostro PC: nel momento in cui tornate alla visualizzazione dei dettagli, vi sarà comparso un file dal nome Thumbs.db.
Questo file ha una funzione ben precisa: memorizzare l'anteprima delle immagini, con il proprio livello di qualità e grandezza, in modo tale che quando si ripassa a visualizzare l'anteprima di quella directory, thumbs.db accelera di molto l'operazione poiché non dovrà ricaricarsele tutte.
E' possibile sbarazzarsi dell'inconveniente (se proprio vi infastidisce) procedendo nel solito modo: aprite il Registro di Sistema e trovate la chiave:
HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoft WindowsCurrentVersionExplorer
All'interno di Explorer dovrete creare un nuovo valore DWORD, assegnandogli poi come nome DisableThumbnailCache.
Cliccate due volte sul valore appena creato e segnate come valore esadecimale "1" (senza virgolette). Chiudete il registro e riavviatelo per rendere effettive le modifiche.
Naturalmente se vorrete tornare alla situazione precedente, vi sarà sufficiente cancellare il DWORD DisableThumbnailCache oppure assegnargli come valore 0.

129
[Windows XP] ScanDisk
In Windows XP, l'utilità Scandisk non è presente nel menu Utilità di sistema (raggiungibile seguendo il classico percorso, ovvero: Start - Programmi - Accessori). Per attivare questa funzione aprite la schermata "Risorse del computer", selezionate con il tasto destro del mouse l'unità disco da verificare e scegliere la voce Proprietà dal menù contestuale. Selezionate poi la cartella Strumenti nella quale troverete il pulsante "Esegui ScanDisk".

130
[Windows 2000] Accedere al PC inserendo UserID e Password
Se volete impostare Windows2000 in modo che permetta l'accesso condizionato all'inserimento di UserID e Password, seguite il percorso: Start - Impostazioni - Pannello di controllo - Utenti e password
Nella cartella "Utenti" attivate l'opzione "Per utilizzare questo computer è necessario che l'utente immetta il nome e la password". 0Riavviate il PC.

131
[Windows 2000] Usare EFS per crittografare il contenuto di cartelle e file
Windows 2000 include una funzionalità denominata EFS (Encrypting File System) che è utilizzabile solo su unità disco o partizioni formattate con il file system NTFS. E' possibile far uso di EFS per codificare file e cartelle il cui contenuto deve essere preservato da occhi indiscreti.
EFS permette di impedire l'accesso ad informazioni "sensibili" da parte di eventuali intrusi che abbiano guadagnato in modo non autorizzato l'accesso al vostro sistema. EFS risulta utile anche nel caso in cui utenti non autorizzati si siano impossessati di unità esterne o del vostro computer portatile con l'intento di verificarne il contenuto.
Per prima cosa, facendo uso di "Risorse del computer" cliccate con il tasto destro del mouse sulla cartella che volete codificare usando EFS, cliccate su Proprietà quindi sul pulsante "Avanzate...".
Attivate, quindi, la casella "Crittografa contenuto per la sicurezza dei dati" e premete due volte OK. Vi verrà richiesto se desiderate crittografare solo la cartella selezionata oppure includere anche tutte le sottocartelle ed i file in essa contenuti. Se in seguito voleste decodificare la cartella è sufficiente disattivare la casella "Crittografa contenuto per la sicurezza dei dati" poco fa incontrata.

TRUCCHI PER WINDOWS - Parte 3

132
[Registro di sistema] automatizzare la chiusura di un programma bloccato
Un problema molto comune in Windows è il blocco di una determinata applicazione che causa un crash dell'intero sistema. Molte volte se si tenta di chiudere l'applicazione bloccata con CTRL-ALT-CANC, spesso l'operazione non riesce. Una soluzione è l'inserimento di una stringa nel registro di configurazione che chiuda automaticamente i programmi bloccati. Apriamo il registro di configurazione e andiamo su:
HKEY_CURRENT_USER/Control Panel/Desktop
e creiamo una nuova stringa chiamata "HungAppTimeout" (senza apici)
Facciamo doppio clic su questa nuova stringa e inseriamo il tempo che desideriamo aspettare prima che la chiusura di un'applicazione in crash avvenga automaticamente. Il tempo, cioè il numero da inserire, deve essere espresso in millisecondi: ad esempio inseriamo 10000 millisecondi (cioè 10 secondi).
Se invece vogliamo che tutti i programmi bloccati vengano chiusi (rendendo così la procedura di arresto più veloce) nella stessa chiave di prima (HKEY_CURRENT_USER / Control Panel / Desktop) creiamo un'altra stringa nominandola AutoEndTasks e dandole valore 1.

133
[Windows] Eliminare dalla memoria le DLL non più in uso
Premessa: sovente Windows mantiene caricate in memoria le librerie DLL che costituiscono le varie applicazioni eseguite anche quando i programmi da cui dipendono vengono chiusi. Questo fatto può rallentare il lavoro del nostro PC, perché va ad incidere sulla memoria RAM, aumentandone il carico di lavoro. Vediamo come ovviare a questo problema.
Aprite il Registro di sistema e cercate la chiave
HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoft WindowsCurrentVersionExplorer
Adesso create nuova sottochiave chiamandola "AlwaysUnloadDll" (senza gli apici)
Posizionatevi nel pannello di destra della nuova sottochiave appena creata e troverete una stringa denominata "Predefinito". Cliccateci due volte sopra ed impostate il valore a 1.
Questa operazione "costringerà" Windows a non tenere le DLL in memoria dopo la chiusura delle applicazioni da cui esse dipendono.
Riavviate il PC per rendere operative le modifiche. Nota bene: questa modifica può essere applicata a patto che non facciate uso di applicazioni un po' vecchie: infatti in questo caso l'operazione potrebbe generare alcuni errori e problemi di stabilità. Ma niente paura: se il PC comincia ad avere un comportamento anomalo, tornate alla chiave
HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoft WindowsCurrentVersionExplorerAlwaysUnloadDll
e cambiate il valore da 1 a 0
Trucco testato su Windows98/200/Me/XP/NT.

134
[Windows98]Impostare la lunghezza minima delle password
Forzare Windows a rifiutare passwords che non contengono un minimo di caratteri è possibile:
Aprite il registro e posizionatevi sulle chiavi
HKEY_CURRENT_USERSOFTWAREMicrosoft WindowsCurrentVersionPoliciesNetwork
e
HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoft WindowsCurrentVersionPoliciesNetwork
Se la sottochiave Network non esiste, crearla.
All’interno di queste chiavi creare per ciascuna un nuovo Valore Binario a cui daremo nome MinPwdLen. Facendo doppio click sui valori appena creati andremo ad assegnare come Valore la lunghezza minima della password.

135
[Windows 2000/XP] Visualizzare il contenuto degli Appunti
E' possibile visualizzare il contenuto degli "appunti di Windows" seguendo il percorso Start - Esegui e digitando nell'apposita casella il comando "clipbrd.exe". Apparirà la finestra "Visualizzatore Cartella Appunti" attraverso la quale sarà possibile visionare il contenuto degli appunti. Il comando funziona anche nei sistemi Windows XP.

136
[Windows XP] Eliminare la freccetta dalle icone dei collegamenti
Quando create un collegamento ad un file, viene creata anche una icona che presenta una freccetta nell'angolo in basso a sinistra. E' possibile eliminare tale freccia agendo sul Regedit (Start - Esegui - REGEDIT). Cercate la chiave:
HKEY_CLASSES_ROOT/lnkfile
Nella parte destra della schermata troverete il valore IsShortcut che dovrete cancellare. Per confermare le modifiche riavviate il sistema.

137
[Windows XP]Come modificare il colore del Prompt
Ecco come modificare i colori dei caratteri e dello sfondo del prompt dei comandi sempre così "nero" e triste...
Aprire il registro di sistema (Start – Esegui – Regedit): e posizionarsi alla chiave HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftCommand Processor . Al suo interno creare un nuovo valore DWORD (Modifica – Nuovo – Valore DWORD) e assegniamogli nome DefaultColor.

Clicchiamo due volte su questo nuovo valore e assegniamo il valore esadecimale secondo lo schema sotto proposto:

ValoreEsadecimale Colore
0 Nero
1 Blu
2 Verde
3 Celeste
4 Rosso
5 Viola
6 Giallo
7 Bianco
8 Grigio
9 Blu chiaro
A Verde chiaro
B Celeste chiaro
C Rosso chiaro
D Viola chiaro
E Giallo chiaro
F Bianco scuro

Possiamo impostare come valore anche una doppia combinazione in cui il primo valore digitato sarà quello dello sfondo e il secondo quello del carattere.

Ad esempio 1E corrisponde a sfondo Blu e testo Giallo.

Gli effetti della modifica possono essere visualizzati immediatamente aprendo da esegui il prompt dei comandi.

138
[Windows 98]Come evitare i blocchi delle operazioni pianificate
Tempo fa si era scoperto che l’utility Operazioni pianificate di Windows 98 SE tendeva ad avere un comportamento alquanto anomalo. A volte non sia avviava, oppure si bloccava quando si aggiungeva un’attività all’elenco.
Tutti questi inconvenienti avevano un motivo: si verificavano se al primo disco fisso era stato dato lo stesso nome della cartella in cui era installato Windows.
Soluzione: basta pertanto assegnare all’etichetta di volume del disco un nome completamente diverso. Procedete in questo modo: cliccate con il tasto destro sull’icona del disco C in Risorse del computer, scegliete Proprietà e nella scheda Generale cambiate l’etichetta. Cliccate Ok e poi premete successivamente F5 per aggiornare il desktop.
Tutto questo dovrebbe bastare ad eliminare l'inconveniente.

139
[Windows XP] La cache di memoria
La cache di memoria per il disco fisso rende più veloce ed efficiente il trasferimento dei dati e delle informazioni. Le impostazioni di default del sistema operativo possono limitare le prestazioni al fine di garantire la compatibilità in tutte le configurazioni, ma all'aumentare della RAM installata sul PC, si può agire sul registro di sistema per migliorare le prestazioni complessive.
Aprite il Registro di Configurazione seguendo il percorso Start - Esegui e digitate nel campo Apri il comando Regedit, quindi premete INVIO sulla tastiera.
Seguite il percorso
HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSet ControlSession ManagerMemory Management
nella parte destra della finestra individuate il valore "IoPageLockLimit" ed effettuate su quest'ultimo un doppio click. Nella finestra che apparirà modificate il campo "Dati valore" in base ai seguenti parametri, in relazione alla RAM:
64 MB: passare da 1000 a 800000
128 MB: passare da 4000 a 1000000
256 MB: passare da 10000 a 2000000
512 MB o superiore: passare da 40000 a 4000000
Al termine delle modifiche riavviate il sistema operativo

140
[Windows 2000] Completamento dei comandi
Anche sotto Windows 2000 è possibile completare i comandi dal prompt del DOS tramite l'uso del tasto TAB, come con Linux. Per abilitare questa funzione create un file .reg attraverso il blocco note di Windows e incollate le seguenti righe:
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftCommand Processor]
"PathCompletionChar"=dword:00000009
"DefaultColor"=dword:00000000
"EnableExtensions"=dword:00000001
(attenzione: non ci devono essere interruzioni di righe)
Salvate il file con estensione .reg ed effettuate un doppio click sull'icona relativa.

141
[Windows XP] Alcune restrizioni alla funzione "Installazione Applicazioni"
Ecco come instaurare altre restrizioni alla voce Installazione Applicazioni del Pannello di Controllo. Aprite il registro di sistema (Start – Esegui – Regedit) e posizionatevi alla voce
HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoft WindowsCurrentVersionPolicies
(nel caso in cui si voglia che la restrizione abbia effetto su tutti gli utenti della macchina la chiave da considerare sarà incece HKEY_LOCAL_MACHINESoftwareMicrosoft WindowsCurrentVersionPolicies)
Al suo interno create una nuova Chiave (Modifica – Nuovo – Chiave) ed assegnatele nome Uninstall. Entrate in questa chiave appena creata e qui andrete a creare i valori DWORD che vi permetteranno di personalizzare la funzione di Installazione. Tutti i valori sotto citati si creano da Modifica – Nuovo – Valore DWORD e inserendo semplicemente il nome corrispondente:
Fate doppio clic sul valore DWORD aggiunto, quindi impostatene il campo "Valore" a 1 per attivare la restrizione, a 0 per eliminarla.
NoAddRemovePrograms: Elimina direttamente la possibilità di accedere alla funzione Installazione applicazioni del Pannello di controllo. Accedendo dopo la modifica si riceverà l’errore “Le funzionalità di installazione applicazioni sono state limitate. Contattare l’amministratore”
NoRemovePage Elimina il bottone Cambia/rimuovi programmi
NoAddPage Elimina il pulsante Aggiungi nuovi programmi
NoWindowsSetupPage: Impedisce l’accesso alla scheda Installazione componenti di Windows
NoAddFromCDorFloppy Non permetterà in futuro l’installazione di programmi dalle unità CD e/o floppy.
NoAddFromInternet Elimina l'opzione che consente di installare nuovi programmi da Internet. Potete inserirne uno o più e per attivarli sarà sufficiente cliccarvici due volte sopra ed assegnare valore dati 1.
Per tornare indietro nella modifica sarà sufficiente cancellare le chiavi create.
142
[Windows 2000] Informazioni di DEBUG
Il file MEMORY.DMP conserva tutto il contenuto della RAM in caso di crash di sistema e può essere utilizzato per risalire alle cause del crash stesso.
Potete evitare la creazione di tale file da parte del sistema cliccando con il tasto destro del mouse sopra l'icona "Risorse del Computer" e selezionando la voce Proprietà.
Nella finestra che apparirà cliccate sopra la cartella Avanzate, cliccate sul pulsante "Avvio e ripristino" e nella sezione "Scrittura informazioni di debug", selezionate l'opzione "Nessuna".

143
[Windows 98] Protezione delle cartelle
In Windows 98, la visualizzazione web conferisce una protezione particolare alle cartelle WINDOWS e SYSTEM: aprendo queste cartelle, infatti, non viene mostrato il loro contenuto, bensì un messaggio che avverte del pericolo di modificare i file in esse raccolti.
Solo cliccando su un apposito link è quindi possibile vedere il reale contenuto di queste cartelle.
Se si vuole aggirare questa protezione, è sufficiente aprire con NotePad il file Desktop.ini e cercare la riga PERSISTMONIKER.
Individuata la riga, aggiungete all'inizio della stessa il simbolo ; (punto e virgola).
In tale modo, aprendo le cartelle Windows e System, verrà subito visualizzato il loro contenuto.

144
[Windows XP] Aggiornamento automatico dell'orologio Windows XP include un client NTP, un software che si collega ad un orologio atomico e aggiorna l'orologio sul computer locale.
L'orario viene regolato in base alle impostazioni del fuso orario (Pannello di controllo - Opzioni internazionali e della lingua). Per attiva questa funzione basta fare doppio click sull'orologio, andare sulla scheda Ora Internet e attiva l'opzione "Sincronizzazione automatica con un server riferimento ora".
Dal menù sottostante potete scegliere il server con cui sincronizzarvi. L'aggiornamento avviene in modo automatico ogni settimana; per modificare la frequenza di sincronizzazione dobbiamo però riccorre al registro di sistema (Esegui - Regedit) e posizionatevi su:
HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMControlSet001 ServicesW32TimeTimeProvidersNtpClient
Trovere una voce nominata SpecialPollIntervall: essa contiene il numero di secondi che intercorrono tra una sincronizzazione e l'altra, di default dovrebbe essere 604800 (1 settimana). Con un doppio click è possibile modificare tale valore. E' buona norma, comunque, non impostare tempi troppo brevi per evitare di caricare eccessivamente la rete e i server remoti.

145
[Windows XP] Velocizziamo la comparsa del menù start...
In alcuni sistemi operativi il menù start appare dopo un certo intervallo di tempo dal clic del mouse.
Per velocizzare il tutto, ricorrendo al Registro di Sistema, andiamo su
HKEY_CURRENT_USERControl PanelDesktop
e modifichiamo (eseguendo un doppio clic sul nome) il valore della variabile Menu-ShowDelay a 200 (di solito è a 400) Clicchiamo quindi su ok.

146
Evitare il blocco del sistema operativo grazie a Regedit
Lo spegnimento del sistema operativo si può talvolta bloccare per colpa di qualche applicazione non "terminata".
In molti casi il problema è risolvibile con il Registro di Sistema. Procediamo in questo modo: cercate la chiave:
HKEY_CURRENT_USERControl PanelDesktop
Andate su Modifica/Nuovo/valore stringa e date alla variabile il nome AutoendTasks e il valore 1. Chiudete il Registro e riavviate il PC.

147
Modifica del formato del nome dei file
Quando nei sistemi operativi Windows NT e 2000 (dotati di file system NTFS) salviamo un file, il nome dello stesso viene memorizzato in due modi diversi: il primo in formato lungo (detto LFN, Long File Name), ovvero fino a 255 caratteri. Il secondo in formato corto (8 caratteri più 3 per l'estensione denominato appunto 8.3), in modo da mantenere la compatibilità con il precedente sistema DOS.
Per aumentare le prestazioni del sistema, possiamo disattivare la doppia memorizzazione dei nomi dei file, in modo da costringere Windows a salvare i file solo in formato lungo. Questo permette di risparmiare il numero di informazioni memorizzate sull'hard disk e di velocizzare il sistema.
Per attivare tale funzione occorre procedere nel seguente modo: Aprire il registro e posizionarsi sulla chiave
HKEY_LOCAL_MACHINESystemCurrentControlSet ControlFileSystem
Nella parte destra della finestra cliccare due volte con il mouse sul valore REG_DWORD NtfsDisable8dot3NameCreation e qui inserire il valore (il default è 0, con il valore 1 i nomi 8.3 non verranno più creati).
Chiudere il regsitro di sistema e riavviare Windows. In questo modo i nomi dei file saranno salvati soltanto nel modo lungo. Occorre precisare che in seguito a questa modifica i nomi dei file in formato DOS avranno dei problemi (aggiunta di ~ ad es). Inoltre c'è da fare attenzione ad una cosa: in seguito a questa modifica le applicazioni a 32 bit andranno tutte a buon fine, ma quelle a 16 potrebbero avere dei problemi.

148
Aggiungere e togliere utenti o gruppi all'elenco delle autorizzazioni
Ecco come aggiungere e togliere utenti o gruppi all'elenco delle autorizzazioni.
Procediamo:
per prima cosa aprire l'Editor del Registro di sistema. Fare clic sulla chiave di cui si desidera modificare l'elenco delle autorizzazioni. Andare su Modifica – Autorizzazioni – Aggiungi – Percorsi. Qui selezionare il computer o il dominio degli utenti e dei gruppi che si desidera visualizzare. Fare clic sul nome dell'utente o del gruppo, quindi su Aggiungi e infine su OK.
Nella casella di gruppo Autorizzazioni per nome della finestra di dialogo Autorizzazioni, assegnare un tipo di accesso all'utente o al gruppo selezionato. Per concedere l'autorizzazione all'utente di accedere in lettura al contenuto della chiave, ma non l'autorizzazione al salvataggio di eventuali modifiche apportate, selezionare la casella di controllo Consenti in corrispondenza dell'opzione Lettura.
Per concedere l'autorizzazione all'utente di aprire, modificare e diventare proprietario della chiave specificata, selezionare la casella di controllo Consenti in corrispondenza dell'opzione Controllo completo.
Nota Bene: se nella casella di gruppo Autorizzazioni le caselle di controllo non sono disponibili, significa che la chiave ha ereditato le autorizzazioni dalla chiave oggetto padre. Affinché le autorizzazioni assegnate a una chiave principale possano essere applicate anche alle relative sottochiavi, fare clic su "Avanzate" e selezionare la casella di controllo "Consenti di propagare a questo oggetto le autorizzazioni ereditabili dal padre". Nelle finestre di dialogo per la selezione di utenti, computer o gruppi se si digita il nome invece di selezionarlo, fare clic su Controlla nomi prima di fare clic su OK.
Analogamente per rimuovere un utente o un gruppo dall'elenco di controllo operare in questo modo: Aprire l'Editor del Registro di sistema. Fare clic sulla chiave di cui si desidera modificare l'elenco di controllo. Scegliere Autorizzazioni dal menu Modifica. Fare clic su Avanzate e quindi selezionare la scheda Controllo. Selezionare l'utente o il gruppo che si desidera rimuovere e quindi fare clic su Rimuovi. Anche in questo caso è necessario essere connessi al sistema come amministratore o come membri del gruppo Administrators per completare la procedura.

149
[WindowsXP] Se anche con XP non si spegne...
Se il vostro PC non si spegne completamente quando lo chiudete, allora potete ricorrere al Registro di Sistema. Per correggere il problema, posizionatevi alla chiave

HKEY_CURRENT_USERControl PanelDesktop
Adesso modificate la PowerOffActive dandogli come valore 1. Fate la stessa cosa anche su
HKEY_USERS.DEFAULTControl PanelDesktop
Riavviate il PC.
150
[Windows2000] Eliminare i dati recenti anche in Win2000
come era possibile nelle precedenti versioni di Windows, anche in Windows 2000 è possibile eliminare tutta la lista degli ultimi file su cui abbiamo lavorato (per visualizzarla andate sul menu Start - Dati Recenti).
Ci sono due sistemi: il primo è agendo su Start - Impostazioni - Barra delle applicazioni e menù di Avvio; a questo punto cliccate su Avanzate e poi su Cancella.
E' possibile tuttavia limitarsi a cancellare solo uno o più riferimenti ai file aperti di recente. Fate così: andate in Start -Esegui e digitate: % userprofile% Recent ; premete il pulsante OK: a questo punto verrà immediatamente visualizzata una finestra all'interno della quale verranno mostrati tutti i collegamenti ai file aperti. E così vi sarà possibile eliminare facilmente quelli che non si desidera vengano resi visibili a tutti.
151
[Windows9X/NT] Come non far apparire i dati recenti....
Dal menu Dati Recenti è possibile vedere tutti i file sui quali abbiamo lavorato di recente (appunto). Però non tutti sanno che modificando il Registro di Sistema è possibile fare in modo che documenti aperti di recente non vengano più aggiunti in questa lista.
Procediamo: aprite l'editor del registro di sistema e trovate la chiave:
HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoft WindowsCurrentVersionPoliciesExplorer
Se questa chiave non esiste, allora create un nuovo valore DWORD chiamandolo "NoRecentDocsHistory" (senza le virgolette). Adesso fate doppio clic su "NoRecentDocsHistory" ed impostate il valore 1.
Riavviate il sistema dopo aver chiuso il Registro. Se volete disattivare questa restrizione, allora tornate sul valore "NoRecentDocsHistory" e modificate da 1 a 0.

152
Convertire FAT in NTFS
Windows 2000 contiene al suo interno un piccolo programma che consente di convertire un file system FAT o FAT32 in NTFS. Se si è installato Windows 2000 in una partizione FAT o FAT32, per effettuare la conversione è sufficiente procedere nel seguente modo: andare su prompt dei comandi e digitare
convert [unità:] /fs:ntfs [/v]
Parametri:
unità : specifica l'unità che si desidera convertire in NTFS.
/fs:ntfs : specifica che il volume deve essere convertito in NTFS.
/v : specifica la modalità dettagliata. Durante la conversione verranno visualizzati tutti i messaggi
Esempio: Per convertire il volume sull'unità E e visualizzare tutti i messaggi, digitare:
convert e: /fs:ntfs /v
Per convertire il volume sull'unità E e creare il file della tabella dei nomi Confile.log nella directory principale del volume convertito, digitare:
convert e: /fs:ntfs /nametable:confile.log
Non è possibile la conversione inversa, nel senso che per passare da NTFS a FAT è necessario formattare il disco. Non è possibile convertire l'unità corrente. Se il comando convert non è in grado di bloccare l'unità, verrà chiesto di effettuare la conversione al riavvio successivo del computer.
Se una conversione automatica fallisce in fase di avvio, vedere nel Visualizzatore eventi il file registro dell'applicazione alla voce Winlogon. Nel file registro dell'applicazione è riportato il motivo che ha impedito la conversione.

153
[Windows 2000/NT] Modificare I settaggi del Log Off e dello Shutdown
I settaggi sotto indicati si applicano nel momento in cui si utilizzano i comandi di Spegnimento e di Disconnessione del sistema.
Aprire il registro di sistema e posizionarsi alla chiave
HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftWindows NTCurrentVersionShutdown
Al suo interno si creeranno due valori DWORD (Modifica – Nuovo – Valore DWORD) a cui si assegneranno i nomi LogoffSetting (quando si effettua la disconnessione) e ShutdownSetting (quando si effettua lo spegnimento).
Fare doppio click su ognuno per modificarne il Valore Dati.
I settaggi da impostare a questi valori sono:
0 - Disconnessione
1 - Spegnimento
2 - Spegnimento e riavvio
3 - Spegnimento e Power Off (inteso come spegnimento del monitor e della macchina, senza toccare il tasto) dove supportato dal Bios

Questi 4 settaggi si possono assegnare ad entrambe i valori.
Disconnettersi o riavviare il pc per rendere effettive le modifiche.

154
[Windows 2000] Come regolare la velocità dei menu
Anche in Windows2000 è possibile ridurre o aumentare la velocità con la quale il menu si sfuma...
Per fare questo, trovate la seguente chiave di Registro
HKEY_CURRENT_USERControlPanel/Desktop
Cercate sulla vostra destra la chiave MenuShowDelay. Ora potete impostarne il valore in millisecondi. Di solito questa chiave è sempre presente e potrebbe avere già un valore espresso.

155
Aprire il Prompt dei comandi da una determinate cartella
Ecco come modificare il menu contestuale del mouse (per capirci il click con il tasto destro del mouse) in modo da aggiungere una voce che ci apra il Prompt dei Comandi direttamente nella cartella in cui siamo posizionati. In questo modo ci sarà risparmiata quella lunga operazione di digitazione delle directory.
Aprire il registro di sistema e posizionarsi alla chiave:
HKEY_CLASSES_ROOTDirectoryshell
Al suo interno, se non già presente, creare una nuova chiave (Modifica – Nuovo – Chiave) nominandola Command
Cliccare due volte sulla stringa Predefinito che si vede sulla destra e impostare come valore quello che si vuole compaia nel menu contestuale, ad esempio "Prompt dei comandi".
Ora all’interno della chiave Command precedentemente creata, crearne un'altra a cui dare nome command. Sulla destra cliccare nuovamente due volte sopra la stringa Predefinito e assegnare valore cmd.exe /k cd "%1" così come è scritto.
Chiudere il registro e riavviare il pc per rendere effettive le modifiche.
Da adesso usando il tasto di destro del mouse su una directory di Esplora risorsesi accederà direttamente al command e posizionarsi in quella cartella.
156 [Windows98/2000] Programmi in esecuzione automatica...
Ecco come eliminare l'inserimento in Esecuzione Automatica di programmi non voluti che si installano (anche se cancellati) ad ogni riavvio.
Soluzione: chi usa Windows 98, deve trovare la seguente chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINESoftwareMicrosoft WindowsCurrentVersionRun.
Individuate alla vostra destra il nome del programma che volete eliminare. Verificate per bene che non faccia parte di altri programmi che volete cancellare e procedete alla rimozione della stringa. Di solito hanno nomi come "hot video", "chat" e via dicendo.
Chi ha Windows2000, deve invece trovare la seguente chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoft WindowsCurrentVersionRun
Procedete nello stesso modo.

157
[WindowsXP] Attivare o disattivare l’anteprima sulle immagini
Quando si fa un doppio-click su una immagine, Windows in automatico ne apre l’anteprima con il visualizzatore di immagini e fax. Vediamo oggi come disattivare questa possibilità oppure reimpostarla nel caso non funzioni più a dovere (nel caso cioè in cui si apra con un programma di modifica di immagini).
Apriamo il registro di sistema e posizioniamoci nella chiave:
HKEY_CLASSES_ROOTSystemFileAssociationsimage ShellExContextMenuHandlersShellImagePreview
Per disattivare l’anteprima cancelliamo la stringa (Predefinito) che troviamo al suo interno semplicemente con il tasto canc. Da ora in avanti le nostre immagini si apriranno con il programma predefinito di immagini ad esempio Paint Shop Pro o AcdSee.
Se invece dobbiamo ripristinarla reimpostiamo il suo valore facendo un doppio click sopra, appunto, a (Predefinito) e incollando {e84fda7c-1d6a-45f6-b725-cb260c236066} compreso di parentesi graffe.
Non è necessario riavviare il sistema per verificare le modifiche apportate.

158
[WindowsXP] Visualizzare i tasti di scelta rapida
I tasti di scelta rapida rappresentano un'alternativa al mouse per l'utilizzo di Windows e consentono di aprire e chiudere elementi nonché eseguire spostamenti nel menu di avvio, nel desktop, nei menu, nelle finestre di dialogo e nelle pagine web. I tasti di scelta rapida possono inoltre semplificare le interazioni con il computer. Sono molti e tra questi, molti sono utilissimi... per visualizzarli andare su Start – Esegui e digitare

% windir% Helpkeyshort.chm

Si aprirà la pagina di guida in linea in cui troveremo non solo le più comuni sequenze come ad esempio CTRL + C per copiare una selezione o WIN + D per visualizzare il desktop ma anche molti altri più complessi.
La sezione si divide in:
Tasti di scelta rapida per operazioni generali
Tasti di scelta rapida delle finestre di dialogo

Tasti di scelta rapida per Microsoft Natural Keyboard
Tasti di scelta rapida per l'accesso facilitato
Tasti di scelta rapida di Esplora risorse

159
[Windows XP PRO] Analizzare il nostro sistema
A volte si rende necessario avere un'analisi del sistema per raccogliere informazioni su hardware, software e connessioni di rete. Ed ecco che il comando NETSH ci viene in aiuto. Tecnicamente: "Il comando netsh è un'utilità per la creazione di script della riga di comando che consente di visualizzare o modificare la configurazione di rete di un computer in esecuzione in modalità locale o remota"
Per iniziare il controllo andare su Start - Esegui e digitare:
netsh diag gui
Si aprirà la finestra di Guida in linea e supporto tecnico. Cliccare su Analizza sistema ed attendere qualche secondo per l'analisi. Il risultato finale sarà una schermata con informazioni molto utili posta elettronica configurata, informazioni dettagliate sul sistema operativo schede di rete e modem.
A dirlo così sembra molto riduttivo, ma sono molte le notizie che si possono ottenere...
Se si clicca invece sulla voce iniziale Imposta opzioni di analisi sarà possibile scegliere le informazioni da ricercare.
Inoltre per visualizzare i numerosi switch applicabili a questa utility, fare una ricerca nella guida in linea con le parole netsh diag.

160
[WindowsXP] Evitare il messaggio in avvio Quando accendiamo il PC, alla schermata della scelta dell’utente in Windows XP, sotto il nome dell’utente viene visualizzato un messaggio riferito al numero dei messaggi di posta non letti in Outlook Express per quell’utente e per tutti quelli presenti sulla macchina.
Se l’opzione non vi interessa fate questa modifica al registro:
Posizioniamoci alla chiave

HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoft WindowsCurrentVersionUnreadMail

Al suo interno, nella parte destra, create un nuovo valore (Modifica – Nuovo – Valore DWORD) e assegnategli nome MessageExpiryDays .
Fate doppio click su questo nuovo valore e assegnate valore dati 0. In questo caso il messaggio non verrà più mostrato in avvio.
Nel caso però si voglia tornare alla condizione precedente, assegnare valore dati 1, oppure cancellare la chiave.

161
[WindowsXP]Disabilitare Windows Installer
Questo trucco è un po' l'uovo di Colombo. Molte volte si sono ricevuti consigli su come impedire le installazioni di programmi sul nostro PC, evitando così che persone esterne potessero creare confusione.
Oggi vedremo come impedire l’installazione e la disinstallazione di quei programmi che richiedono Windows Installer. Uno per tutti è Office con tutti i suoi componenti.
Apriamo il nostro registro di sistema (Start – Esegui – Regedit) e posizioniamoci alla chiave
HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREPolicies MicrosoftWindowsInstaller
Al suo interno creiamo un DWORD (Modifica – Nuovo – Valore DWORD) e assegnamogli nome DisableMSI e, facendo doppio click, settiamo il suo valore dati in questo modo:
1 nel caso in cui vogliamo che solo l’amministratore possa evitare la restrizione
2 Per rendere la modifica e la restrizione estesa a tutti
Riavviare il pc per rendere effettive le modifiche.
Da adesso in poi si riceverà l’errore “Installazione Vietata dai criteri di sistema. Contattare l’amministratore di sistema" nel caso in cui si tenti di utilizzare Windows Installer.

162
[Windows XP] Salvare e ripristinare le connessioni di accesso remoto
Una delle operazioni che può allungare i tempi di una reinstallazione del sistema operativo è quella di ricercare tutti i dati relativi alle connessioni di accesso remoto: non è certamente facile ricordare a memoria i diversi numeri telefonici e gli username. Ecco come risolvere questo "intoppo" e come poter salvare e ripristinare le connessioni remote.
Windows XP, come anche Windows 2000, memorizza queste connessioni in un unico file: Rasphone.pbk che è il file Rubrica Telefonica di Accesso Remoto.
Ecco come procedere: individuare il file Rasphone.pbk nella cartella:
C:Documents and SettingsAll UsersDati applicazioni MicrosoftNetworkConnectionsPbk
(la cartella Dati Applicazioni è una cartella nascosta. Per visualizzarla da Esplora Risorse operare in questo modo: Strumenti – Opzioni Cartella – Visualizza e mettere qui il segno di spunta su Visualizza cartelle e file nascosti. Dare Ok e chiudere).
Copiare il file Rasphone.pbk in una posizione protetta, magari su un floppy, per poi andarlo a riposizionare e ripristinare quando se ne ha necessità, su un altro computer sempre seguendo il percorso sopra citato, o direttamente sulla stessa macchina dopo una formattazione.
Per visualizzare le connessioni sarà necessario riavviare.
N.B.: Microsoft tiene a precisare che non è possibile utilizzare questa procedura per copiare profili Connection Manager. Tali profili dispongono dei propri file di configurazione pbk, cms e cmp.

163
Installare una stampante di rete con XP Ecco come installare una stampante di rete. Innanzitutto per installare una stampante in una rete è necessario che la stessa sia "condivisa.
Per condividere la stampante:
Aprire Start - Stampanti e fax nel PC che ha fisicamente collegato la stampante.
Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla stampante che si desidera condividere e quindi scegliere Condivisione. Ciccare su Condividi la stampante e dare Ok. (in automatico il sistema assegnerà il nome della condivisione).
Per connettersi a una stampante in rete
(operazione da effettuare su chi deve usufruire della stampante via rete)
Aprire nuovamente Stampanti e fax.
Nell'elenco Operazioni stampante fare clic su Aggiungi stampante per avviare l'Installazione guidata stampante e quindi fare clic su Avanti.
Fare clic su Stampante di rete o stampante collegata a un altro computer e quindi fare cli c su Avanti.
Ora si potrà decidere se cercare la stampante in Active Directory o digitare il nome della stampante.
Nel primo caso sarà disponibile questa procedura solo se il computer è connesso a un dominio di Windows che esegue Active Directory.
Fare clic su Cerca una stampante nella directory e quindi fare clic su Avanti.
Fare clic su Sfoglia a destra di percorso, selezionare il percorso della stampante e quindi fare clic su OK.
Fare clic su Trova.
Selezionare la stampante a cui ci si desidera connettere e quindi fare clic su OK.
Se invece andremo a cercare manualmente la stampante fare clic su Connetti alla stampante.
Eseguire una delle operazioni seguenti:
Digitare il nome della stampante nel formato seguente: nome_serverstampanome_condivisione o
Eseguire la ricerca in rete.
Fare clic su Avanti e quindi selezionare la stampante in Stampanti condivise. (ricordando il nome che il sistema in automatico aveva assegnato precedentemente)
Fare clic su Avanti.
L’operazione sarà così terminata e si potrà testare la stampa di una pagina di prova.

164
[Windows 95/98] Aggiungere Pannello di Controllo a tendina nel Menu Start
Nella directory C:Windows di Windows 95 e 98 sono presenti alcuni file di testo contenenti alcuni trucchi, alcuni banali ma altri molto utili: eccone uno utile.
In Windows 98, così come in 95, per accedere alle impostazioni di accesso remoto occorre passare per diversi menu. Un'alternativa può essere quella di creare un collegamento nel menu di avvio. Ora vediamo come andare ad aggiungere un menu a tendina per Pannello di Controllo (per capirci, quei menu con la freccetta che cliccandoci sopra ci visualizza il menu).
Posizioniamoci in WindowsMenu di Avvio e creiamo qui una nuova cartella (File – Nuovo – Cartella) e assegnamole come nome nome
Pannello di Controllo.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}
Al posto di “Pannello di Controllo” possiamo scrivere quello che desideriamo a patto che ci sia il punto (.) dopo, e che la serie alfanumerica sia quella indicata.
Ora tornando nel menu di avvio si vedrà la nuova voce inserita.
Di seguito riportiamo altre voci per ottimizzare il nostro Avvio:
Accesso Remoto.{992CFFA0-F557-101A-88EC-00DD010CCC48}
Cestino.{645FF040-5081-101B-9F08-00AA002F954E}
Desktop.{00021400-0000-0000-C000-000000000046}
Pannello di Controllo.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}
Risorse di rete.{208D2C60-3AEA-1069-A2D7-08002B30309D}
Sincronia file.{85BBD920-42A0-1069-A2E4-08002B30309D}
Stampanti.{2227A280-3AEA-1069-A2DE-08002B30309D}
Tipi di carattere.{BD84B380-8CA2-1069-AB1D-08000948F534}

165
[Windows 9X/ME] Bloccare le modifiche alla Barra delle applicazioni
Le modifiche alla barra delle applicazioni possono essere inibite agendo sul Registro di Configurazione di Windows. Avviate il Regedit (Start - Esegui - Regedit) e cercate la chiave
HKEY_CURRENT_USERSOFTWAREMICROSOFT WINDOWSCURRENTVERSIONPOLICIESEXPLORER
Selezionate il menu Modifica, quindi Nuovo - valore DWORD. Assegnate il nome "NOSETTASKBAR" (senza virgolette) al nuovo valore, quindi cliccate
sul valore appena creato e assegnategli valore "1".

166
[WindowsXP] Se un driver non va...
Quando aggiornate un driver, una copia del pacchetto precedente del driver è conservata automaticamente in una sotto-directory di sistema.
Se il nuovo driver non funziona correttamente, potete ristabilire il driver precedente.
Il ripristino (o roll back) del driver che Windows effettua, consente soltanto un livello di ripristino: insomma soltanto una versione precedente alla volta del driver può essere conservata.
Ecco come rimpiazzare:
Accedere al PC come amministratore del sistema.
Andare su Start – Pannello di Controllo – Sistema. Scegliete il tab Hardware e cliccare sul bottone Gestione periferiche. Posizionatevi sulla periferica desiderata, della quale si vuole ripristinare il driver precedente, e fate un doppio click. Scegliete il tab Driver e cliccare sul bottone Ripristina Driver.

167
[Windows 2000] Temi del Desktop
In Windows 2000 non è presente, a differenza di Windows 95 e 98, l'icona per la modifica dei temi del desktop nel Pannello di controllo.
Tale strumento è comunque installato e si può richiamare seguendo il percorso Start - Esegui e digitando nel campo Apri il comando "Themes.exe". Verrà visualizzata la finestra "Temi del Desktop" anche se non risulterà presente alcun tema del Desktop sul disco fisso.
Dovrete creare una cartella con una copia dei file Temi del Desktop da versioni precedenti di Windows 9x, oppure scaricare da Internet i file contenenti Temi del Desktop.

168
[WindowsXP] Impedire la modifica delle impostazioni dello schermo
A volte capita, se si condivide il PC con altre persone, di ritornare alla nostra postazione e trovare lo schermo "sottosopra": screensaver attivati o modificati, sfondi impostati, risoluzione dello schermo modificata...
Vediamo oggi come rendere la vita difficile a questi impavidi smanettoni:
Aprire il registro di sistema (Start – Esegui – Regedit) e posizionarsi nella chiave:
HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftWindows
CurrentVersionPoliciesSystem
(se la chiave System non esiste crearla all’interno di Policies).
Qui creeremo ora i nostri valori per le restrizioni: sono tutti valori DWORD che si creano da Modifica - Nuovo - Valore DWORD e dando per nome i nomi sotto citati, che si abilitano facendo doppio click su ogni voce e assegnando valore 1:
NoDispBackgroundPage : Nasconde la cartella Sfondo in Pannello di Controllo - Schermo.
NoDispScrSavPage : Nasconde la cartella Screen Saver in Pannello di Controllo - Schermo.
NoDispAppearancePage : Nasconde la cartella Aspetto in Pannello di Controllo - Schermo.
NoDispSettingsPage : Nasconde la cartella Impostazioni in Pannello di Controllo - Schermo.

Non è necessario riavviare il PC per verificare le modifiche.

169
[Windows 2000] Esportare e importare combinazioni
Quando si personalizza l'aspetto delle finestre di Windows, le impostazioni vengono salvate nel registro di configurazione. In caso di reinstallazione del sistema operativo, tali modifiche andrebbero perdute.
Per esportare le personalizzazioni del sistema, realizzare un file ".reg" che potrà essere eseguito in qualsiasi installazione di Windows. Aprire il registro di configurazione (Start - Esegui - Regedit) e cercare la chiave
HKEY_CURRENT_USERControl PanelColors
Cliccare con il tasto destro del mouse sulla cartella "Colors" e dal menu contestuale selezionare la voce "Esporta". Salvare il file su un floppy, quindi eseguirlo sulla macchina in cui si vuole riprodurre le combinazioni di colori.

170
[Windows98/ME] Come trasferire su un altro pc le impostazioni dell’interfaccia
E' possibile configurare Windows su diversi computer e fare in modo che tutti abbiano la stessa configurazione di colori e caratteri. Ecco come procedere:
Per avere su più sistemi la medesima configurazione dell’interfaccia grafica bisogna per prima cosa scegliere il PC che fungerà da base.
Su questo PC si imposteranno aspetto, colori e caratteri secondo la configurazione comune desiderata. Per fare questo, cliccate con il tasto destro sul Desktop, scegliete la voce Proprietà e la scheda Aspetto. Qui potete scegliere i colori e i caratteri per i vari elementi dell’interfaccia di Windows.
A questo punto cliccate sul pulsante Salva con nome e assegnate un nome a piacere alla combinazione da salvare.
Adesso dovrete salvare la configurazione del sistema in un file. Per questo, andate nel Registro di Sistema e selezionate la chiave
Hkey_Current_UserControlPanelAppearance
che contiene appunto la configurazione che avete prescelto. Prima di fare questo, ricordatevi (è buona norma) di fare una copia del file del Registro di configurazione e attivate Esporta file del registro di configurazione. Assegnate un nome adatto al file, come ad esempio SchemaInt.
Ricordatevi che come Intervallo di esportazione, in basso, sia indicato Selezione, e che nel campo relativo compaia il percorso completo della chiave selezionata e non sia indicato (Tutto).
Questo file lo ricopierete su un dischetto. Adesso sarà possibile portare le impostazioni relative all'aspetto dell'interfaccia grafica su tutti gli altri sistemi Windows 98/Me. Vi basterà copiare il file in una cartella qualsiasi del relativo PC, selezionarlo in Esplora risorse e cliccare due volte su di esso. Confermate l'operazione nella finestra del messaggio di sicurezza che compare: la chiave verrà copiata integralmente, sostituendo quella corrispondente nel Registry di quel sistema.
Infine, richiamare anche qui la scheda relativa all’Aspetto e aprire l’elenco Combinazione: comparirà ora anche quella col nome assegnato in precedenza.
Basterà attivarla, selezionandola, questa combinazione e dopo l’Ok finale il sistema avrà le impostazioni comuni desiderate. Potete ripetere l’operazione per ciascun PC.

171
Disattivare il componente Prefetcher
Il modulo Prefetcher è un componente di Windows Memory Manager, il suo scopo è di ottimizzare il tempo di avvio e caricamento dei programmi.
Per fare questo Windows controlla la frequenza con cui un'applicazione viene usata, che file utilizza ed altre informazioni sull'applicazione stessa. Queste informazioni sono salvate nella cartella C:WindowsPrefetch. Ma se il nostro PC è dotato di 128Mb di Ram o meno, questo modulo rallenterà di molto le nostre operazioni e pertanto vediamo, in questo caso, come disattivarlo.
Per disattivare il componente Prefetcher, utilizzare l'Editor del Registro di sistema (Start – Esegui Regedit). Scorrete le chiavi fino a posizionarvi in:
HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEM CurrentControlSetControlSession Manager Memory ManagementPrefetchParameters
Al suo interno fare doppio click sul valore DWORD EnablePrefetcher e digitare 0 in Valore Dati sostituendolo al 3 presente.
Chiudere il registro e riavviare il sistema per rendere effettive le modifiche. Al riavvio Prefetcher non verrà avviato.
N.B.: Chi possiede più di 128 Mb di Ram potrebbe notare dei rallentamenti e la situazione potrebbe tornare a quella precedente impostando il valore a 3.
Inoltre se il vostro PC è un PIII 800 o superiore, con almeno 512 Mb di Ram potete mettere in Valore Dati 5 per aumentare le prestazioni.
E’ comunque consigliata la pulizia periodica della cartella Prefetch per evitare intasamenti e rallentamenti.

TRUCCHI PER WINDOWS - Parte 4

172
Spegnere Windows con un comando .bat
E' possibile far si che il PC si spenga ad un orario prefissato con un semplice espediente e senza far uso di programmi esterni a Windows.
Come primo passo è necessario creare un file .bat (questa estensione dovrebbe essere molto nota a chi ha iniziato ad usare il computer qualche annetto fa, prima del massiccio imporsi di Windows).
Seguite questo percorso:
fate un click destro e scegliere Nuovo - Documento di testo;
aprite il file così creato ed scrivete all'interno la seguente stringa: Rundll32 user,Exitwindows (è una chiamata al file di sistema Rundll32.exe, generalmente residente nella directory di installazione di Windows);
salvate le modifiche e rinominate il file come volete ma facendo attenzione ad assegnargli l'estesione .bat (ad esempio chiudi.bat).
Se non riuscite a visualizzare l'estesione dei file, il vostro sistema operativo sarà impostato per nasconderla; per poterla visualizzare sarà sufficiente aprire una cartella qualsiasi, scegliere Visalizza - Opzione Cartella - Visualizza e togliere il segno di spunta alla voce "Nascondi le estensioni dei file per i tipi di file conosciuti";
a questo punto sarà sufficiente far si che l'utilità di pianificazione di Windows (Start- Programmi - Accessori - Utilità di sistema - Operazioni pianificate) richiami il nostro file ad un determinato orario ed il PC si arresterà. Ovviamente facendo un doppio click direttamente sul file avremo lo stesso effetto.

173
Aprire il prompt dei comandi da una determinata cartella: variazioni sul tema "Aprire il prompt dei comandi da una determinata cartella": con lo stesso sistema si può aggiungere al menu destro un'altra funzione utile che è il tasto LEGGI. Con questo si possono leggere qualsiasi tipo file con il tasto destro ed esistono due versioni:
Aprire il blocco note ed incollare pari pari queste righe:
REGEDIT
[HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREClasses*shell]
[HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREClasses*shellLeggi]
[HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREClasses*shellLeggicommand]
@="notepad %1"
salvare con estensione .reg poi dare il comando Unisci.
Aggiungerlo a mano nel registro di Windows. Andare alla chiave
HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREClasses*shell
creare una nuova chiave "LEGGI" ed una sottochiave: "Command" (senza virgolette). A destra doppio click su predefinito e scrivere "notepad %1"
(senza virgolette). Va da sè che con lo stesso sistema si può aggiungere anche altre voci come ad esempio un visualizza immagini ecc. Testato su Windows 98.»
174 Come eliminare il dottor Watson in NT Quando sotto Windows NT, 2000 o XP un programma va in crash, viene salvata l'immagine corrente della memoria in un file. Questa operazione può richiedere tempo; inoltre occupa spazio su disco.
In Windows Xp Dr. Watson può diventare pericoloso in termini di privacy: ad ogni crash, Windows ci chiede se vogliamo trasmettere un rapporto a Microsoft. Se per esempio nel momento del crash MS Word fosse in esecuzione, magari su un documento riservato, Microsoft riceverebbe tale testo in forma leggibile.
Per disattivare Dr. Watson aprire il menù start, fare clic su esegui e digitare regedit.
All'apertura del registro andare a:
HKey_Local_Machinesoftwaremicrosoft windows NTCurrentVersion

ed eliminare la chiave AeDebug. Per ripristinare Dr. Watson da esegui digitare drwtsn32.

175
Disabilitare lo scandisk all’avvio Alcune volte capita che per varie ragioni ad ogni avvio Windows XP faccia partire lo scandisk nonostante sia stata nostra cura spegnere correttamente la macchina la volta precedente.
Vediamo come disabilitarlo dall’avvio:
Apriamo il registro di sistema (Start – Esegui – Regedit) e posizioniamoci alla chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSet ControlSession Manager
Sulla destra, all'interno di questa chiave, individuiamo e facciamo doppio click sulla multistringa denominata BootExecute. Di default questa stringa è impostata a autocheck autochk * ma noi la sostituiremo con:
autocheck autochk /k:X *
Dove al posto della X metteremo la lettera del drive su cui non vogliamo più lo Scandisk all’avvio.

176
Eliminare o riattivare il Visualizzatore immagini e fax
Come tutti sanno Windows XP include un ottimo e funzionale programma chiamato "Visualizzatore immagini e fax" che consente di visualizzare l'anteprima delle immagini in Risorse del computer e inoltre di visionarle a grandezza naturale, modificarle, ruotarle ecc..
Ma a volte potrebbe esserci poco utile questo programma predefinito e se vogliamo disattivarlo andiamo in Start – Esegui e digitiamo quanto segue:
regsvr32 /u shimgvw.dll
Riceveremo il messaggio “DllRegisterServer in shimgvw.dll riuscito”. Diamo Ok e avremo disattivato il Visualizzatore.
Qualora, invece, lo si voglia riattivare (ad esempio perché in Risorse del computer non viene più mostrata l'anteprima delle immagini memorizzate su disco), è sufficiente cliccare su Start - Esegui e digitare:
regsvr32 shimgvw.dll
Le modifiche avranno effetto immediato.

177
Assegnare temporaneamente i permessi da amministratore
Molti programmi richiedono le autorizzazioni di Amministratore per essere installati o semplicemente eseguiti.
Oggi appunto vedremo una semplice procedura per assegnarci temporaneamente i permessi da Administrator mentre si è connessi alla macchina come normali utenti.
Premiamo il tasto Shift mentre usiamo il tasto destro del mouse sul programma che dobbiamo installare o eseguire e scegliamo la nuova voce Esegui come.
Si aprirà una finestra di Selezione account utente in cui si potrà scegliere con quale utente eseguire l’applicazione. Inseriremo Nome Utente e Password dell'amministratore e il gioco è fatto.
Questa opzione si può utilizzare anche nei programmi del menu Start già installati.

178
Accesso veloce per lo spegnimento o riavvio del sistema
Vediamo come creare un'icona, magari da posizionare sul desktop, per agevolare le operazioni di chiusura della nostra macchina.
Apriamo Notepad e incolliamo al suo interno quanto segue:
(new ActiveXObject("Shell.Application")).ShutdownWindows();
Salviamo il file sul desktop dando nome a piacere ma sostituendo l’estensione .TXT con .JS. Quando si effettuerà il doppio click su questa icona verra richiamata la maschera di Standby, Spegnimento e Riavvio del pc.

179
Come ricreare l’icona Mostra Desktop
A volte può accadere di cancellare inavvertitamente l’icona del Mostra Desktop dalla barra di Avvio veloce e di non ritrovarla più nel nostro sistema. Ecco un modo veloce per ricrearla:
Aprite il Notepad e incollate quanto segue:
[Shell]
Command=2
IconFile=explorer.exe,3
[Taskbar]
Command=ToggleDesktop
Salvate il file in questione come Mostra Desktop.scf (dovrete sostituire SCF all'estensione TXT). Ora potete riposizionarlo nella barra di avvio veloce oppure direttamente nella cartella
C:Documents and SettingsutenteDati applicazioniMicrosoftInternet ExplorerQuick Launch

180
Backup del Registro di Sistema
Prima di apportare qualsiasi modifica al Registro di Sistema, il buon senso consiglia di fare un opportuno backup. Ecco come procedere:

In "Start" andare in "Esegui". Digitare "Regedit" (senza virgolette) e dare "Invio". Sotto la prima voce (Registro di sistema) scegliere "Esporta file del Registro di sistema". dargli un nome ed in "salva come" lasciate "File registro" (*.reg). Cliccate su OK.
Molto importante: nella casella di gruppo "intervallo di esportazione" potete effettuare le seguenti operazioni:
1. per eseguire il backup di tutto il Registro di sistema, selezionare il pulsante di opzione "Tutto";
2. per eseguire il backup di un determinato ramo della struttura del Registro di sistema, selezionare l pulsante di opzione "Seleziona" e immettere il nome del ramo da esportare.

In pochi minuti sarà creato un file con estensione .reg (in "salva come" vi appare "File Registro"). Non conviene salvare il file su dischetto floppy poichè occupa troppi Mb. In caso di "incidente" per riportare il sistema alla normalità basterà scegliere "Importa file del Registro di Sistema" e selezionare il file . reg precedentemente salvato.

181
[WindowsXP] Rimuovere l'area di notifica dalla Taskbar
Ecco come rimuovere e quindi impedire l'accesso diretto alle icone della Taskbar, per capirci quelle posizionate accanto all'orologio in basso a destra del nostro monitor. Facciamo così: apriamo il registro di sistema e posizioniamoci alla chiave:
HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoft WindowsCurrentVersionPoliciesExplorer
All'interno di questa chiave, sulla destra dell'editor, creiamo un valore DWORD (Modifica – Nuovo – Valore DWORD) a cui assegnamo nome NoTrayItemsDisplay
Clicchiamo due volte sul valore appena creato e scriviamo nella casella Dati Valore il numero 1.
Chiudiamo il registro e riavviamo il PC (o solo explorer.exe per velocizzare) per rendere effettive le modifiche. Per tornare alla situazione precedente sarà sufficiente cancellare il valore NoTrayItemsDisplay

RaYoZ
Admin
Admin

Messaggi : 1040
Punti : 2245
Data d'iscrizione : 03.04.10
Età : 22
Località : immerso nei pensieri

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum