Total Hack Cheat
Benvenuto/a su Total hack Cheat....
non aspettate altro tempo Registratevi!!

Mac rivale di windows Storia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mac rivale di windows Storia

Messaggio Da RaYoZ il Dom Mar 06, 2011 12:06 pm

L'ARTICOLO E' ABBASTANZA LUNGO MA MOLTO INTERESSANTE


ECCOCI QUI...DOPO WINDOWS E LINUX...COME SI FA A NON PARLARE DI APPLE?? E IN PARTICOLARE DEI COMPUTER DI SUA PRODUZIONE..GENERALMENTE DEFINITI MAC:
-Macintosh, anche abbreviato Mac, è una popolare famiglia di computer di Apple, Inc. commercializzata a partire dal 1984 ed utilizzante il sistema operativo Mac OS.
Il Mac originale è stato il primo computer con interfaccia grafica e mouse di serie a conquistare un vasto pubblico di utenti e ad entrare prepotentemente nel mercato. Con questo grande successo Apple riscattò l'iniziale tiepida accoglienza riservata all'Apple Lisa, il suo predecessore, e dimostrò che l'idea del concetto di scrivania virtuale, che si basava su di una interfaccia WIMP (Windows, Icons, Mouse, Pointer) era vincente.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


STORIA DEL MAC:
Nel 1962 il dodicenne Stephen G. Wozniak ottenne in regalo da un ingegnere della Fairchild alcuni transistor con i quali costruì una calcolatrice per fare addizioni e sottrazioni, saldando i vari componenti nel cortile della sua casa di Cupertino in California. Con questa calcolatrice partecipò ad una locale fiera scientifica vincendo il primo premio per la categoria "elettronica". Era una persona testarda e brillante e quando un problema attirava la sua attenzione, non c'era verso di distorglielo. La testardaggine lo portava a rinchiudersi per ore e anche per giorni, finché non trovava la soluzione al problema che gli si presentava.
Due anni dopo, nel 1964 Wozniak si iscrisse alla Homestead High School, diventando in brevissimo tempo il primo della classe in matematica, anche se il suo principale campo d'interesse era sempre l'elettronica. Woz, però, non era un nerd qualsiasi: era un grande burlone, amava infrangere le regole e mettere genialità e determinazione in tutto quello che faceva. I suoi innumerevoli e gustosissimi scherzi sono tuttora leggenda. Per uno scherzo che piacque poco al preside (Wozniak aveva nascosto un metronomo in un armadietto facendolo sembrare una bomba ad orologeria!), "The Woz" fu sospeso per due giorni: a causa di questo incidente, l'insegnante di elettronica (prof. John McCullan) decise di prenderlo sotto la sua "protezione".
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


La scuola non sembrava offrirgli stimoli e Mr. McCullan capì che era necessario offrire "sfide" a Wozniak. Woz apprezzava molto la materia ma tutto questo non bastava: il prof. McCullan riuscì ad accordarsi con la Sylvania Electronics e permise al giovane di andare a lavorare con i computer, una volta la settimana presso gli stabilimenti della società. Fu proprio allora che Wozniak per la prima volta aveva a che fare con un vero computer. Una delle macchine utilizzate dal giovane Stephen era il PDP-8 della DEC
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Wozniak lesse tutto il manuale da cima a fondo, imparando le informazioni sul set di istruzioni della CPU, le prime nozioni di algebra booleana, imparò il concetto di registro, bit, ecc.
Questi argomenti incuriosirono molto Wozniak che inizò così a leggere decine di manuali sui microprocessori sicuro che nel giro di poco tempo avrebbe creato da solo la sua versione di PDP-8.
Il periodo nel quale Wozniak frequentava la Sylvania Electronics, erano gli anni in cui venivano utilizzati i primi semiconduttori, tecnologia che stava permettendo pian piano di costruire calcolatori sempre più piccoli. Uno dei minicomputer del quale Wozniak era affascinato era il Nova della Data General.
(IMG:http://www.macitynet.it/immagini/speciali/applehistoryimmagini/datageneralnova.jpg)


Woz era letteralmente affascinato dalla scheda madre e dal modo con il quale i programmatori erano riusciti a racchiudere tutta quella potenza utilizzando un limitato set di istruzioni.
Stephen Wozniak non era l'unico studente di Silicon Valley ad essere affascinato dall'elettronica e dal mondo dei computer in particolare: i genitori di moltissimi studenti lavoravano nelle locali industrie elettroniche ed era perciò normale vedere i propri padri armeggiare con tester, oscilloscopi e saldatori. Nell'estate del 1971, trovò un posto di lavoro in una piccola società di computer nella quale restò fino all'autunno. L'estate successiva, Wozniak insieme ad un suo compagno di studi Bill Fernandez, riuscì a costruire il suo primo computer, sfruttando pezzi scartati dalle società locali per imperfezioni estetiche. Wozniak e Fernandez lavorarono fino a notte fonda, saldando e dissaldando connessioni e bevendo cream soda: alla fine ne uscì fuori un computer (detto Cream Soda Computer) con svariati interruttori e spie luminose, le stesse che avrebbe avuto tre anni più tardi l'Altair (il "nonno" di tutti i personal computer).
(IMG:http://retrothing.typepad.com/photos/uncategorized/newaltair.jpg)
Purtroppo, quando i due accessero il computer e iniziarono a digitare un programma, il Cream Soda Computer andò letteralmente in fumo impedendo, almeno per il momento, a Wozniak e Fernandez di diventare famosi...

Fernandez, un giorno presentò "the Woz" ad un altro hobbysta dell'elettronica, un vecchio amico con i capelli lunghi conosciuto alla scuola media: Steven P. Jobs, personaggio molto particolare e "anomalo" rispetto a Wozniak e Fernandez: entrambi i genitori di quest'ultimi erano ingegneri che si occupavano da anni di elettronica, mentre i genitori di Jobs erano semplici operai che non avevano nulla a che fare con l'industria dell'elettronica. Jobs aveva cinque anni in meno rispetto a Wozniak ma i due andarono subito d'accordo.
Erano entrambi affascinati dall'elettronica e avevano in comune anche una certa profondità dei sentimenti, per quanto avevano un modo differente di esternarla: Wozniak aveva la costante buona volontà e capacità di scavare fino in fondo qualsiasi problema di tipo intellettuale. Jobs non aveva la volontà di Wozniak ma era terribilmente ambizioso. Jobs era un tipo piuttosto serio, anche se confessò che era stato una peste negli anni precedenti. A detta dello stesso Jobs, sarebbe finito sicuramente in galera se non fosse stato per un insegnante, la signora Hill, che fece di tutto per farlo separare da un indisciplinato compagno di classe.
(IMG:http://www.macitynet.it/immagini/speciali/applehistoryimmagini/giovanejobs.jpg)

La signora Hill comprò a Jobs una macchina fotografica in scatola di montaggio. Benché piuttosto timido, era capace di riuscire in tutta serenità in imprese anche piuttosto ardite: un giorno (quando aveva tredici anni) aveva bisogno di alcuni pezzi per un frequenzimetro che stava costruendo; prese il telefono e chiamò il socio fondatore della Hewlett Packard per chiedergli aiuto. Mr. Hewlett fu colto alla sprovvista dalla telefonata, ma il giovane Steve Jobs ebbe i suoi pezzi e non solo: riuscì ad ottenere un posto per un po' di tempo alla HP: Jobs sapeva essere piuttosto convincente.

In quel periodo la HP stava producendo una calcolatrice programmabile, la HP35.
Wozniak capì immediatamente quanto quel particolare accessorio assomigliasse per molti versi ad un computer, essendo dotata nel suo piccolo di registri programmabili, chip e un proprio set d'istruzioni.
Wozniak si mise a studiare il progetto della HP con lo stesso impegno e testardaggine che aveva applicato ai minicomputer.
(IMG:http://www.macitynet.it/immagini/speciali/applehistoryimmagini/hp35.jpg)

Nel frattempo, ritorna a Silicon Valley in California e trova lavoro presso una società produttrice di videogames, la Atari, presso la quale lavorò giusto il tempo necessario per guadagnare i soldi per fare un viaggio in India che da tanto tempo aveva pensato di fare.

Nel 1976 Nolan Bushnell, socio fondatore della Atari, diede a Jobs l'idea per il gioco Breakout (il famoso gioco della pallina da far rimbalzare contro un muro da abbattere). Jobs pensò che lui e Woz avrebbero potuto realizzare questo tipo di gioco in pochissimo tempo: ci riuscì!!
Grazie a questa impresa riuscirono a guadagnare 700 dollari, ma la cosa più importante che capirono non era tanto di essere finalmente consapevoli delle loro capacità, quanto il fatto che erano in grado di lavorare insieme, con successo, su un progetto difficile e in tempi ristretti.
Dopo il gioco Breakout, Wozniak aiutò Jobs a realizzare un terminale a basso costo che sfruttava un comune televisore come display.
Wozniak cominciò a frequentare ll'Homebrew Computer Club, un club nato nel 1975, al quale si erano scritti i primi pioneristici appassionati con i quali Wozniak condivideva amore e la passione per i "computer".


.......... FINE PARTE 1! ..........

RaYoZ
Admin
Admin

Messaggi : 1040
Punti : 2245
Data d'iscrizione : 03.04.10
Età : 22
Località : immerso nei pensieri

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum